Hashtag: cosa sono e che cosa servono

Un filo conduttore tra i vari social network è l’hashtag, quella parola preceduta dal tasto cancelletto che vedete e utilizzate quotidianamente sui vostri canali social.

Ma che cos’è l’hashtag e a che cosa serve?

La parola è composta dai sostantivi Hash (cancelletto) e Tag (etichetta) e funziona come un aggregatore di notizie.

Quando aggiungiamo il cancelletto ad una parola qualsiasi, questa diventa automaticamente un link che porta ad un elenco di articoli e discussioni contenuti all’interno dello stesso hashtag.

Un simbolo innocuo fino a pochi anni fa e oggi un potentissimo strumento capace di convogliare milioni di utenti da ogni parte del mondo su uno stesso topic.

Il primo hashtag della storia risale al 2007 quando Nate Ritter utilizzò l’hashtag #sandiegofire in seguito all’incendio della foresta di San Diego segnando il punto di partenza nella vita del famoso cancelletto.

In questa puntata vedremo come utilizzare meglio il nostro amico hashtag su facebook, l’ultima piattaforma social ad averne introdotto l’utilizzo.

Quando scrivete un post per aggiungere un hashtag basta far precedere la parola dal tasto cancelletto.

Qualunque parola può essere trasformata in un hashtag purché non contenga spazi o simboli non supportati come i segni di punteggiatura.

Gli hashtag possono essere inseriti in qualunque parte del testo: all’inizio per far capire subito di cosa parla il post, all’interno del testo, se nella frase è già presente la parola che intendiamo usare come hashtag o alla fine se l’hashtag serve semplicemente per categorizzare il post.

Non ci sono limitazioni riguardo al numero, tuttavia è sempre consigliato non abusarne!

Nei post personali possono essere utilizzati in modo ironico per rendere più spiritoso il messaggio, oppure se avete l’abitudine di scrivere costantemente qualcosa che riguarda un particolare aspetto della vostra vita potete utilizzare sempre lo stesso hashtag in modo da recuperare tutti i post scritti nel tempo grazie alla barra di ricerca, come fossero le pagine di un diario.

Oltre che nei post personali gli hashtag possono servire per trovare argomenti e contenuti scritti da altri grazie appunto alla barra di ricerca.

In questo caso basterà digitare l’hashtag che ci interessa e cliccarci sopra.

Vedremo sia i post degli amici, sia i post pubblici contenenti quel particolare hashtag.

Ci sono inoltre diversi siti web o tool a disposizione in rete per avere un’idea su quali hashtag utilizzare da hastagify che mostra i 30 hashtag più popolari sui social network a tagboard che consente di scoprire su quali piattaforme social quella parola è più popolare o ha più successo

Nelle prossime puntate approfondiremo l’utilizzo degli hashtag sulle altre piattaforme social e scopriremo quali tool utilizzare per usarli al meglio.

Alla prossima!