Come scegliere una password sicura

I software di cracking sono sempre più avanzati e veloci, come possiamo proteggere al meglio i nostri account? Emiliano ci spiega come creare una password sicura ma facile da ricordare. Buona visione!

Dai social ai siti per i pagamenti online tutto quello che separa il resto del mondo dalle nostre informazioni, dalla nostra vita, dai nostri soldi, è una password, una sequenza di caratteri che teoricamente dovremmo conoscere soltanto noi.

Scegliere una sequenza di caratteri semplici per facilitare la nostra memoria potrebbe rivelarsi un errore fatale.

Per individuare una password sicura è necessario generare una sequenza di caratteri sufficientemente casuale da non essere rintracciabile dai vari software di cracking.

Vediamo quindi alcuni consigli su come scegliere una password con queste caratteristiche.

Il primo ovvio consiglio è la lunghezza: più è lunga la password e più essa è sicura.

E oltre un certo limite, anche l’aggiunta di un singolo carattere in più, aumenta esponenzialmente il tempo per tentare di crackarla.

Ma è ovvio che ricordare una sequenza di 12 o più caratteri casuali inizia a essere complicato.

Allora bisogna scegliere una sequenza di caratteri che, per il resto del mondo sia casuale, ma che per noi abbia una logica, scelta con un ragionamento di fondo che ricordiamo e che ci permetta di non dimenticare.

Un esempio? Scegliete una frase di una canzone, di un libro, di qualsiasi cosa possa essere facilmente recuperato dalla vostra memoria.

Scegliete due o tre caratteri speciali, che possono essere sempre gli stessi per tutte le vostre password, decidete una regola per le maiuscole e le minuscole e mixate il tutto.

Ad esempio, posso decidere che i tre caratteri speciali sono: ? 3 £, che questa sequenza vada inserita tra la prima e la seconda parola della frase e che la terza parola abbia l’iniziale maiuscola.

A questo punto posso scegliere le frasi per le mie password.

Potremmo associare Facebook all’Inferno dantesco e scegliere il verso “Per me si va nella”.

Con le regole sopra descritte, la password risulterebbe la seguente:

per?3£meSivanella

Per la casella di posta elettronica la frase potrebbe essere presa da una canzone di Caterina Casella, “Giudicare nemmeno tu”. E in questo caso la password sarebbe:

giudicare?3£nemmenoTu

Inoltre conviene sempre, una volta scelto il metodo, verificare la sicurezza delle password generate con un servizio online ( ad esempio Secure Password Check ).

Ovviamente ognuno potrà scegliere le regole che preferisce, ottimizzarle e personalizzarle.

Attenzione però, scegliere una frase da un testo così conosciuto come l’Inferno dantesco potrebbe non essere una buona idea!

Per complicare un pò le cose possiamo scegliere testi di autori poco conosciuti oppure selezionare solo la prima sillaba di ogni parola della frase. Così “Nessuno mi può giudicare nemmeno tu” potrebbe diventare nes-mi-puo-giu-nem-tu e applicando le regole sopra descritte la password diventerebbe:

nes?3£miPuogiunemtu

…e ora sfido gli hacker più evoluti a trovare questa password in tempi brevi!

In sintesi il consiglio è: scegliete un metodo, scegliete una frase per ogni sito che richiede una password, applicate il metodo, testate il livello di sicurezza della password generata e, se ottimale, utilizzate la sequenza ottenuta.